Una giornata in Labo

Finalmente trovo il tempo di parlavene.
A marzo siamo state una giornata in compagnia di Nintendo, io e Ali. Con tanti altri bambini e le loro mamme e papà siamo stati nella sede dello IED di Roma, abbiamo visto e provato in anteprima il nuovo prodotto Nintendo, Nintendo Labo, che sarà in vendita dal 27 aprile in tutti i negozi e online.
Noi non abbiamo la Switch, non ancora (Alice non lo sa ma le è stata regalata), ma imparare a divertisi in compagnia di Labo è stato semplicissimo.

Ma cos’è Nintendo Labo?

Per spiegarlo vi occorre un po’ di immaginazione, la stessa che i creativi della Nintendo hanno utilizzato per pensare di trasformare un pezzo di cartone in tanti oggetti doversi, controllabili con la consolle. Labo è fantasia, è ingegno, è creatività.

Che giochi propone Labo?

Nintendo Labo propone dei kit con i quali creare una canna da pesca, un piano, una casa animata. Creare e giocare. Questo è Labo. Ma è molto di più, con i toy-con si possono realizzare nuovi giochi, osservando il funzionamento di quelli in dotazione nei kit.

Alice ha creato un mini robot. Non serve colla. Solo fantasia e la manualità dei bambini. Il cartone si può decorare e anche in questo caso Nintendo propone dei kit decorativi. Ma anche un semplice pennarello e dei washi tape possono bastare.

Ci siamo divertite a suonare un pianoforte, a pescare con la canna da pesca e Alice è diventata un mega robot. Tutto questo partendo da strutture da assemblare in cartone.

La parte che ci ha colpito di più?

Il Garage Toy-Con

Un laboratorio segreto incluso nel software della Nintendo Switch. Creare nuove opzioni di gioco, collegando Input ed Output.

Ancora una volta Nintendo ha fatto centro.

Autore dell'articolo: MammAttiva