BioSagraforKids

BioSagraforKids è la manifestazione benefica che si propone di finanziare l’attività annuale di una ricercatrice del Dipartimento di Scienze Neurologiche dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, per la ricerca nella cura dell’epilessia infantile farmacoresistente.

Quest’anno siamo stati invitati da Musement, e con piacere in una domenica piena di sole, ci siamo immersi nell’atmosfera bucolica di una fattoria romana.

Sono oltre 70 gli Chef e i locali di Roma e del Lazio che hanno cucinato per le migliaia di persone, che hanno deciso con la loro donazione, di finanziare il progetto di beneficenza Bio*Sagra for Kids . Un divertente percorso a tappe all’interno della Fattoria Fiorano, in via di Fioranello 34.

Pranzo, dolci, merenda e aperitivo (al quale abbiamo dovuto dire di no, il piccolo cominciava a dare segni di cedimento)! Ogni Chef ha proposto un piatto, selezionato dal menù del proprio ristorante, acquistabile presso le loro “cucine on the farm”.
Con il biglietto di ingresso, con un contributo di 15 euro (gratis sotto i 3 anni), ogni partecipante ha ricevuto 5 acini e una goccia, per ricevere una bottiglietta d’acqua. Per i bambini un menù particolare, con 2 acini : pasta e polpette, gustosissime!

Abbiamo gustato da Angelo Troiani de Il Convivio Troiani, il Taco di sedano rapa, tartare di Marango, plancton, parmigiano al whisky 16y e profumo di tartufo bianco.
La Pallotta cacio e ovo di Sarah Cicolini della Trattoria Santopalato.
E qui, i miei figli alle prese con gli Hamburger di David e Daniel Gay, Fonzie the Burger’s House.

Ma non abbiamo solo mangiato, le nostre braccia rubate all’agricoltura, si sono fatte valere.
I laboratori creativi a cui si potevano iscrivere i bambini, erano 22: arte, cucina, lettura, natura. Inoltre 3 laboratori per adulti.
Non posso poi dimenticare il labirinto di balle di fieno, che ha impegnato i miei due grilli per ore, i campi di mini volley, e le dimostrazioni sportive.

Vi racconto i due laboratori che ci hanno entusiasmato di più :
Facciamo gli gnocchi di ricotta e Divertiamoci con le api

Seguiti da Angelo di Local Aromas, i bambini hanno preparato degli gnocchi di ricotta. La ricotta di pecora veniva direttamente dalla fattoria che ci ospitava. Tra impasti, uova, formaggi, farina, anche Alice ha creato le sue “palline rigate”.
Alla fine del laboratorio ci hanno lasciato la ricetta, che potete scaricare qui.

Il laboratorio di apicoltura ci ha portati vicinissimi a delle arnie. Il tecnico apicoltore, si è vestito da astronauta giallo e ha prelevato la cera per creare delle candele naturali.

I bambini curiosissimi hanno fatto tante domande, sulle api, sull’ape regina e sulla produzione del miele.
Ritornati alla zona laboratorio, ci hanno fatto dono di candele arrotolate con cera naturale.

Quasi pronti per andare a casa, stanchi ma felici, ci siamo concessi un gelato, con gli ultimi acini.
Uno stecco alla Nocciola da Geloso, creazione dello chef Manuel Presenti, davvero goloso.

Giornata intensa che i bambini hanno vissuto a pieno, tra l’erba, il fieno, il buon cibo e lo sport. Un modo per socializzare, divertirsi ed imparare, pensando agli altri.
I bimbi che curano i bimbi, è questo il nostro sogno…
Dovremmo fare nostro, tutti, il leitmotiv dei fondatori di Bio*Sagra for Kids.

Musement attraverso il suo sistema di prenotazione, ha messo a disposizione di Bio Sagra e di tutti i partecipandi all’evento, gli strumenti online dei loro servizi di acquisto biglietti. Sul loro sito troverete un’ampia scelta di esperienze. Inclusi ingressi a musei e attrazioni, eventi temporanei, tour guidati, esperienze esclusive e attività gratuite. Ne ho parlato nel post sul Museo Egizio di Torino, su Musement è possibile prenotare, prima della partenza e comodamente da casa, ingresso e visita guidata. Sbirciate sul loro sito, troverete tante idee anche per l’autunno in città o per gite fuori porta.

L’anno prossimo, quindi, tutti a Bio*Sagra for Kids.