Primi freddi : cambio pigiama

Pigiama, cominciamo così il cambio stagione. La mattina 10 gradi, ad ora di pranzo 22 gradi, nel pomeriggio “aria condizionata aiutami tu”, a letto -3 gradi, e vai di pigiama lungo.

Quest’anno l’autunno non mi ha trovata imparata, via lo striminzito pigiamino con canottiera micro, ed ecco lui, il pigiama dei saldi estivi, quello strategico.

Ti copre, ma non ti fa sudare. Fa freschetto, ma non si gela. Anche con il solo lenzuolo così, non si rischia l’ibernazione, ma se avete messo su il copriletto leggero, non suderete 7 pigiami.

Particolare essenziale, l’elastico alla caviglia dei pantaloni.

Come questo, estremamente sobrio, che ho preso in saldo su tezenis. Si evita il fastidioso effetto “mi muovo ed oltre ai classici piedi congelati, mi ritrovo anche le gambe due pezzi di ghiaccio”.

Cotone leggero ma caldo con elastico morbido in vita, senza coulisse da legare, che fa sempre difetto. Una S veste 40/42, quindi molto confortevole.

E poi, se ci si convince di essere unicorni, l’autunno non è poi così freddo.

Tezenis ne propone ancora, con nuove grafiche (ora ci sono I Simpson), ma ne trovate di simili anche da Oysho.

Quindi via al primo cambio stagione obbligato : pigiama lungo mood.