Vince Mahmood. Evviva il Festival di Sanremo.

Il vincitore della 69esima edizione del Festival di Sanremo è Mahmood

Quando ho sentito questa frase, sono saltata sul divano dalla gioia.
Sul gradino più alto del podio di Sanremo, un ragazzo dal viso pulito, con una canzone dal sound che conquista e il testo autobiografico. É, inoltre, uno degli autori di Hola di Marco Mengoni.

La sua espressione alla proclamazione, mentre un sicuro Ultimo sprofondava nella caverna del suo ego, è stata meravigliosa.

Ringrazia la mamma, mentre la vittoria viene pian piano offuscata dalle solite polemiche, di questa italietta, che proprio non ce la fa a tacere.

Comincia tutto in sala stampa con la domanda sulle polemiche pre festival, tra Salvini e Baglioni, sulle navi di immigrati (Alessandro Mahmoud è nato in Italia, e dei barconi ne sente parlare, come un qualsiasi abitante della penisola).

Fino al tweet del vicepremier della Lega, che denota a mio avviso, solo discutibili gusti da teenager.

E vai, col razzismo. Con la falsa integrazione. Alessandro è di Milano.

Ma non stavamo ascoltando solo musica?

Noi canticchiamo, in barba a tutti, da giorni…

Mi chiede come va come va come va…

Qui la sua esibizione, nella finale.

E intanto, mancano di nuovo 365 giorni al prossimo Sanremo.