#zerowaste : orto urbano

Per chi ha la fortuna di avere degli spazi esterni, che siano balcone, terrazzo o giardino, un’idea per produrre meno rifiuti, è quella di autoprodurre, creando un piccolo orto.

In pochi e semplici passi, si può cominciare col coltivare in primavera le erbe aromatiche, e con qualche accortezza, averle pronte tutto l’anno. Eviteremo così di acquistarle fresche o surgelate, con i loro imballaggi, che non dovremo più smaltire.

Prima di tutto bisogna stilare una lista delle erbe che vogliamo coltivare. Io ne ho scelte 8:

  • Basilico
  • Prezzemolo
  • Salvia
  • Origano
  • Rosmarino
  • Maggiorana
  • Timo
  • Menta

Ora dovete acquistare le piantine, ma se siete delle #greenaddictet che spaccano, potete partire dai semi. Io ho acquistato le piantine e il vaso multi-livello in un negozio specializzato.

Questo vaso contiene tutte le 8 aromatiche che ho scelto, e si può aggiungere, ad esempio la lavanda per gli insetti e il profumo.

Ho preferito un terriccio per Orticoltura di tipo biologico, per permettere col tempo di avere delle piantine totalmente naturali.

Le innaffiature devono essere regolari ma non abbondanti. Io ho preferito non concimare, controllo la crescita e raccolgo solo le foglie ormai pronte.

USO DELLE AROMATICHE
Io le utilizzo fresche. Ma possono essere conservate in freezer, in contenitori di vetro.
Con il basilico poi, potete creare il pesto freschissimo per le vostre tavolate estive.
Con la salvia un ottimo antipasto, con una ricetta velocissima che trovate qui .
Il rosmarino farà da padrone nei bbq sul terrazzo.
Un orto di aromatiche è un primo piccolo passo verso uno stile di vita #zerowaste. Ma si sa, con i piccoli passi, ben fatti, si arriva a uno scopo comune e indispensabile per la nostra terra.